Il peso ideale per uno sportivo

Che cos’è il peso ideale per uno sportivo?

Sono in molti che si pongono questa domanda. Il peso ideale di uno sportivo non è altro che il peso forma individuale, ovvero quel peso caratterizzato prevalentemente  da massa muscolare e da una percentuale inferiore di grasso corporeo.

Naturalmente il peso ideale varia da individuo ad individuo, e non può essere dedotto attraverso formule matematiche o da semplici tabelle.

In pratica bisogna sapere con esattezza quanta massa magra, massa grassa e quanta acqua sono presenti nel corpo, perchè è stato dimostrato che tutte le componenti cambiano quando il soggetto è in attività.

Nell’analisi della composizione corporea sono molte le metodologie impiegate. Ad esempio, la Plicometria e l’Antropometria utilizzano alcuni strumenti semplici come: un metro per misurare le circonferenze, una bilancia, un calibro per misurare gli arti, un plicometro per misurare lo spessore del grasso sottocutaneo.

Grazie a questi strumenti i medici dello sport sono in grado di valutare le aree di muscolo e di grasso degli arti, le percentuali di massa grassa e magra, e tutta la muscolatura in generale. Inoltre sono in grado di determinare l’esatta percentuale di massa magra presente nell’organismo e la quantità di acqua.

Per la valutazione dello stato nutrizionale dell’individuo è consigliabile rivolgersi ad un medico specialista in medicina dello sport.

Detto questo, è importante ricordarsi di:

– pesarsi al mattino a digiuno

– se il peso diminuisce troppo velocemente vuol dire che si sta perdendo troppa acqua, e quindi bisogna stare molto attenti;

– la percentuale di grasso corporeo non deve essere troppo bassa. Se nella donna scende al di sotto del 17%, può andare incontro alla amenorrea

– se lo sforzo fisico è particolarmente intenso è consigliabile fare periodicamente degli opportuni controlli dei valori ematochimici.

Calcolo del peso ideale: scopri qual è il tuo

Attualmente sono molte le persone che decidono di perdere i chili di troppo intraprendendo un tipo di dieta utile ad eliminare il grasso in eccesso, le adiposità localizzate e gli inestetismi cutanei.

Purtroppo molto spesso queste diete si rivelano inefficaci e a volte molto pericolose per la salute stessa.

Secondo delle recenti indagini è stato dimostrato che sono veramente tante le persone che intraprendono diete fai da te senza consultare il proprio medico di fiducia, oppure senza tenere in considerazione alcuni fattori importanti. Ma quando si decide di voler perdere peso è il caso di rivolgersi ad uno specialista o ad un nutrizionista, oltre che affiancare una regolare attività sportiva.

Ma come si calcola il peso ideale?

Il calcolo del peso ideale varia a seconda dell’individuo ed inoltre è influenzato da vari fattori, quali: l’altezza, le caratteristiche fisiche di ogni singolo individuo e la massa corporea.

Ma oltre a questi elementi, il calcolo del peso ideale va valutato in base all’età dell’individuo e in base alla propria struttura ossea.

 

Esistono vari parametri per poter valutarlo:

– BMI (Body Mass Index) utilizzato per capire se si è in sovrappeso

– Calcolo della % massa corporea: permette di calcolare la massa grassa in base all’attività svolta dal soggetto e in base a valori di riferimento

– M-RW ( calcolo del peso desiderabile): è un utile strumento che consente di sapere il peso desiderabile in base alle tabelle MLI

Concludendo, mantenere il proprio peso ideale, non è impossibile, basta soltanto mettere della buona volontà e un pizzico di costanza,  ed i risultati non tarderanno ad arrivare..

Calcolo dell’indice di massa corporea, bmi

L’indice di massa corporea è il metodo più diffuso per individuare l’equilibrio del rapporto tra peso e altezza di un individuo, o l’eventuale obesità di una persona. Secondo una scala prestabilita è possibile desumere un certo numero di conclusioni sul proprio peso forma.

L’indice di massa corporea viene calcolato dividendo il peso per il quadrato dell’altezza.

Se l‘indice di massa corporea aumenta, questo vuol dire che cresce anche il rischio di malattie cardiovascolari, ictus, diabete e quant’altro.

Viene comunemente utilizzato dai dietologi,nutrizionisti, o da vari professionisti della salute per determinare situazioni di sovrappeso, sottopeso, e obesità negli adulti.

Può essere utilizzato a partire dai 18 anni di età, mentre non è consigliato ai minori. Non può essere applicato a tutti dato che non prende in considerazione ne la massa ossea e ne la massa muscolare.

Infatti, nel caso di persone con massa muscolare particolarmente sviluppata ed accentuata, poiché i muscoli hanno tuttavia, un peso superiore rispetto al grasso presente, è stato appurato che l’indice di massa corporea non si rivela in questo caso preciso. Analogamente tale strumento non può essere considerato valido neanche per le donne in gravidanza o in allattamento, o per gli individui molto gracili.

Naturalmente il calcolo dell’indicatore di massa corporea è soltanto un indice che rileva lo stato di salute generale dell’individuo.

Ma per avere dei risultati più precisi è consigliabile in questo caso eseguire alcuni esami complementari come ad esempio, la misurazione dello spessore delle pieghe della pelle, utilizzando uno strumento particolarmente utile come il calibro, oppure l’antropometria che dissocia la massa magra da quella grassa.