Asma e sovrappeso nei bambini e negli adulti

L’asma rappresenta una patologia cronica largamente diffusa nella popolazione. In Italia 5 adulti e 10 bambini su 100 soffrono di questa malattia nella quale le vie aeree superiori, i bronchi, si infiammano in maniera generalmente reversibile contraendosi eccessivamente e riempiendosi di muco. In questo modo lo spazio necessario alla circolazione dell’aria diminuisce severamente causando nel soggetto tosse, mancanza di respiro ed oppressione al torace.

L’asma può insorgere in qualsiasi momento della vita, non solo da bambini. Recenti studi hanno infatti confermato che in molti casi l’asma sopraggiunge nelle donne addirittura dopo i 30 anni. Trattandosi di una malattia a carattere cronico, conoscerla e curarla permette di evitare nel tempo spiacevoli riacutizzazioni.

Ma cosa causa l’asma? L’infiammazione ed il conseguente edema bronchiale sono causati nella stragrande maggioranza dei casi al contatto con determinati allergeni contro i quali l’organismo mette in atto una risposta eccessiva. Tra le sostanze che maggiormente causano questo tipo di problemi respiratori troviamo il polline, il fumo e le sostanze inquinante più comuni che purtroppo si respirano facilmente in città. In ogni caso si tratta di sostanze con le quali tutti entrano in contatto giornalmente ma che solo nei soggetti predisposti a questa allergia causano una reazione così grave.

Asma : i sintomi da non sottovalutare

Molto spesso i primissimi sintomi dell’asma vengono sottovalutati o mal interpretati dal paziente che, non ricorrendo al consulto con uno specialista, rischia di far sì che tali sintomi si aggravino ulteriormente col passare del tempo.

I sintomi che compaiono prima di una diagnosi di asma vero e proprio sono solitamente:

  • Tosse stizzosa, soprattutto notturna;
  • Fiato corto, impossibilità di fare un respiro profondo;
  • Sensazione di naso chiuso e starnuti ripetuti;
  • Respiro sibilante.

Arrivare in fretta ad una diagnosi precoce permette di limitare, per quanto possibile, un veloce peggioramento della sintomatologia e vivere una vita assolutamente normale.